Home
Il SIMI

Il SIMI

Urbaniana

Autorità accademiche

  • Prof. Dr. Aldo SKODA, CS – Preside
  • Prof. Dr. Gioacchino CAMPESE, CS – Segretario
  • Prof. Dr. René MANENTI, CS – Professore Stabile

°°°°°°°°°°

Missione

Lo Scalabrini International Migration Institute (SIMI) è un Istituto Accademico Internazionale, incorporato presso la Pontificia Università Urbaniana, che promuove:

  • la ricerca e lo studio della mobilità umana mediante criteri di valutazione interdisciplinare;
  • la formazione di professionalità connesse alla dimensione accademica mediante appositi curricoli di studio;
  • la preparazione di professionalità connesse alla dimensione operativa, mediante corsi di aggiornamento, di qualificazione–perfezionamento e di formazione permanente.

Fedele alle ispirazioni del Fondatore dei Missionari Scalabriniani, il beato Giovanni Battista Scalabrini, e in linea con il carisma affidato alla sua congregazione, il SIMI intende approfondire il significato biblico e teologico della mobilità umana e le sue implicanze nel campo della promozione dei diritti dei migranti e della convivenza civile. Infatti, Mons. Scalabrini vide nelle migrazioni un fenomeno carico di ingiustizie, ma anche una sfida aperta alla speranza per la diffusione del Regno tanto da proporne una “visione provvidenziale” della mobilità umana.

Il SIMI intende quindi affrontare il tema della mobilità umana attraverso un lavoro interdisciplinare che approfondisca e coordini la molteplicità delle letture e delle proposte tanto delle scienze umane e sociali quanto delle istituzioni nazionali, sovranazionali e internazionali. L’Istituto, inoltre, si propone di abilitare quanti lo frequentano alla comprensione dei modelli interpretativi delle migrazioni proposti dalle scienze umane/sociali e religiose, costruendo canali di comunicazione tra le diverse discipline e formando esperti e operatori capaci di dialogo, di confronto e di iniziativa.

Metodologia

Per quanto riguarda i punti di riferimento per l’apprendimento e conseguentemente le competenze apprese dagli studenti, nonché la valutazione concreta, ci si rifà ai cosiddetti “descrittori europei per i risultati di apprendimento attesi”, usati normalmente nella pratica programmatico-valutativa di istituti accademici superiori. In concreto possiamo parlare di cinque aree, le quali costituiscono un punto di riferimento sia per la programmazione dei vari corsi sia per la valutazione del lavoro dello studente: conoscenza e capacità di comprensione, capacità di applicare conoscenza e comprensione, autonomia di giudizio, abilità comunicative e capacità di apprendimento. Ogni corso utilizza i descrittori secondo i contenuti specifici. In tutti i suoi programmi formativi il SIMI:

  • promuove il metodo del confronto e del dialogo tra le discipline;
  • pone particolare attenzione agli aspetti della promozione umana, delle relazioni interculturali, e del dialogo interreligioso;
  • collabora con la “Federazione dei Centri Studi G.B. Scalabrini”, con istituzioni accademiche ed enti internazionali di studio e ricerca sulla mobilità umana;
  • privilegia il carattere  interculturale e interdisciplinare nell’impostazione del piano di studi,  nel corpo dei docenti e nell’universo degli utenti cui si rivolge.

Destinatari

ll SIMI si rivolge a quanti – studiosi, ricercatori ed operatori – desiderano qualificarsi o aggiornarsi sui diversi aspetti della mobilità umana, che costituisce una delle grandi sfide poste alla Chiesa e alla società civile.

Membership/Partnership

Il SIMI è membro delle seguenti reti: